Il cantautore Giacomo Del Gruppo ci presenta il suo ultimo singolo, dal titolo "Ti Sogno Da Sobrio".

Quali sono state le esperienze che ti hanno maggiormente formato?

Sono dellʼidea che nella vita ogni esperienza conta, da quella che ti sconvolge i piani, a quella che vivi giornalmente al bar sotto casa: sta a te recepire la lezione e cogliere anche il lato poetico, devi essere pronto e predisposto per riuscire a farlo. Credo che una delle esperienze più formative per me nellʼultimo periodo sia stata quella di andare a vivere da solo, ogni giorno ti ritrovi faccia a faccia con la realtà della vita e così impari a gestirti al meglio, il lavoro ne può solo giovare.

E' uscito il tuo nuovo singolo "Ti Sogno Da Sobrio". Ce ne vuoi parlare?

“Ti Sogno Da sobrio” nasce da una riflessione iniziata quando io proprio “sobrio” non ero, ho voluto unire esperienze personali e sfumature di serate abituali dando al tutto una sonorità "happy" e “dreamy”. Come in ogni mio lavoro ci metto sempre il Cuore e credo che la musica lo rifletta forte e chiaro, in più parlando di esperienze vissute, e magari anche sofferte, do modo a ogni persona di rispecchiarsi nella canzone, poi sta all'ascoltatore dare un'interpretazione personale; alle volte l'interpretazione del singolo individuo diventa più importante dellʼinterpretazione del cantautore stesso. Non posso ancora rivelarvi quando, ma arriverà un mondo di musica tutta da scoprire e apprezzare insieme.

Autoproduzione oggi. Qual è la tua visione?

Lʼautoproduzione è una scelta impegnativa e complicata ma permette di rispecchiare lʼartista al 100% in tutte le sue sfumature. Se una persona possiede un work flow costante, è un modo ottimo per esprimersi al meglio.

Ci sono degli artisti a cui ti ispiri per la tua musica?

Musicalmente prendo ispirazione da panorami completamente diversi e vari che possono passare dal crudo Heavy Metal al tranquillo Bedroom Pop, mi affascina molto anche la cultura anni '70-'80 da cui colgo dettagli di stile e sonorità. Ultimamente mi sto concentrando anche sulla filmografia di quegli anni di cui sto facendo una maratona incessante.

In che modo il web e i social possono essere utili per l'attività di un artista?

Nel mondo odierno il web e i social sono praticamente fondamentali per la crescita e la diffusione dellʼarte. Non solo per farsi conoscere ma anche per quanto riguarda una crescita personale a livello artistico, grazie a questi mezzi abbiamo a portata di mano una quantità di opere e informazioni pressoché infinita che possono rivelarsi molto utili in qualsiasi campo del nostro lavoro.

Come vedi il futuro della musica?

La musica è in costante cambiamento e soprattutto nellʼultimo periodo possiamo osservarlo al meglio notando che molti artisti, compreso me, si sono rinnovati sotto alcuni punti di vista. Lʼevoluzione è sempre una cosa buona e ben accetta, il cambiamento porta sempre al miglioramento. Sono sicuro che la musica nel futuro diventerà un vero e proprio mezzo di comunicazione, ancora di più di quanto lo è stata fino ad ora.

 

Dott.ssa Angela De Gregorio, Musica & Comunicazione