Stefano Fanini

Bassista e Contrabbassista

Stefano Fanini nasce a Gualdo Tadino (PG) nel 1974 e vive a Bastia Umbra dal 1975. Nel 1982 inizia lo studio della musica con il M° Roano Pollini che lo avvicina alla musica classica e al jazz. Consegue il diploma di teoria e solfeggio nel settembre del 1988 e inizia poco dopo una lunga ed intensa attività live all’interno di molte formazioni di musica leggera, pop, rock, blues.    Dal 1999-2007 prende lezioni private di basso elettrico da alcuni dei massimi esponenti dello strumento in Italia (Massimo Moriconi, Cesare Chiodo, Pippo Matino, Marco Siniscalco, Paolo Costa), studia armonia jazz e improvvisazione con Ramberto Ciammarughi e prende lezioni di contrabbasso da Graziano Brufani e Daniele Mencarelli.   

Conseguita la laurea in Scienze Politiche nel 2001 con una tesi sul rapporto Musica-Politica, pubblica, nel 2003, alcuni scritti di sociologia musicale.  Nel 2004 partecipa alla Berklee Summer School (Umbria Jazz Clinics) e ad una serie di seminari tenuti da Stefano Bollani, John Patitucci, Mirko Guerrini, ecc.  Nel 2006 consegue il titolo di “Esperto dell’esecuzione musicale” a seguito della partecipazione al corso (250 ore) tenuto dal M° Salvatore Corazza (Renato Zero, Cocciante, Mannoia, ecc.) e dal M° Dick Halligan (Blood, Sweat & Tears; vincitore di diversi Grammy per composizioni per il cinema e la televisione; ecc.).  Dal 2008 al 2011 insegna basso elettrico presso la Scuola “Il Pentagramma” di Perugia e basso elettrico e musica d’insieme presso la scuola “La Maggiore” di Perugia. 

In circa trenta anni di attività musicale ha avuto modo di suonare sia all’interno di progetti di musica pop (live e studio) che all’interno di gruppi jazz e si è esibito anche nell’ambito di importanti manifestazioni insieme a musicisti di indiscusso livello: Manuel Magrini, Gianni Coscia, Sade Mangiaracina, Laura Lalla, Dick Halligan, Fabrizio Fratepietro, Alessio Capobianco, Michele Cascianelli, Leonardo Radicchi, Andy Bartolucci, Salvatore Corazza, Alberto di Pace, Claudio Trinoli, Francesco Speziali, ecc.. In ambito pop ha suonato con Annalisa Baldi (X-Factor), Zero in condotta, Failed, Blasco Band (official cover band di Vasco Rossi), Crossroads (cover band di Eric Clapton), Acusti4. 

 

Con il trio jazz “Capolinea” (Manuel Magrini, Stefano Fanini, Francesco Speziali) ha vinto nel giugno del 2007 il primo premio (categoria gruppi) del concorso musicale “Città di Assisi”. Con il medesimo trio si aggiudica, con la propria composizione “Jazz song for a japanese girl”, il terzo posto del Contest “JazzUp 2008” che vedeva all’interno della giuria personaggi di spicco del jazz italiano (Mariapia de Vito, Gegè Telesforo, ecc.): dopo tale risultato avvia una collaborazione con il Teatro Ricerche di Viterbo per la produzione del Pinocchio Jazz che verrà presentato in anteprima al JazzUp Festival 2009 di Viterbo. Nel 2009 con il trio Capolinea realizza una breve tournée di 10 concerti in Germania: al ritorno il trio viene invitato al prestigioso “Summertime Festival” presso la Casa del Jazz di Roma e presentato nella stampa nazionale e nell’ambito dell’importante e partecipata manifestazione come uno dei gruppi emergenti del jazz italiano. Nello stesso anno suona con uno dei più grandi fisarmonicisti jazz italiani, il M° Gianni Coscia, nell’ambito di un concerto tenutosi presso l’Università per Stranieri di Perugia.   

 

Contemporaneamente avvia una collaborazione con il pianista Alberto di Pace con il quale partecipa alla serata Telethon presso il Teatro del Casinò di Sanremo, si esibisce in una serie di concerti presso il Jazz Club di Perugia e registra il disco “Permesso di Soggiorno”. Viene quindi chiamato in studio di registrazione per registrare diversi dischi: il singolo “Svampato Rap” del cabarettista di Zelig Marco Marzocca, il CD di debutto del chitarrista jazz Michele Cascianelli, i CD “Balloterapia” dell’Orchestra Mario Riccardi e “Borghesi Graffiti” dell’orchestra Borghesi. Registra inoltre il disco “Llamados a vida nueva”, commissionato dall’Associazione Vida Nueva, che conoscerà un’enorme diffusione presso alcune comunità cattoliche brasiliane.  

 

Attualmente è il bassista di Annalisa Baldi e il contrabbassista degli Acusti 4, un progetto in cui vengono rivisitati in chiave acustica i brani più significativi della musica d’autore italiana. In duo con il chitarrista Fausto Perticoni propone un repertorio di standard jazz e di musica jazz-lounge. Inoltre collabora stabilmente con il chitarrista acustico Fabrizio Fanini con il quale ha recentemente lavorato in studio per l’incisione dei quattro movimenti della “Suite for Jerusalem” pubblicata nel giugno 2017 all’interno dell’album “Jerusalem”.