ERADIUS

BAND

Il progetto Eradius nasce a Verona nel 2016 dalla voglia di esprimersi e di comporre musica originale di Richard (Londra, classe 1994) e Edoardo (Verona, classe 1991).
La loro particolare formazione si ispira alla band britannica dei Royal Blood, mentre il genere si lega anche a gruppi come Rage Against The Machine e Tool, portando con sè tutte le influenze raccolte nel corso degli anni dai due musicisti su numerosi palchi e con diverse formazioni, non solo rock.
A febbraio 2018 esce il loro primo album, composto da 12 inediti accompagnato da tre video-singoli. Il disco riceve numerose buone recensioni:
MUSICA ITALIANA EMERGENTE: "Il duo Eradius non fa musica, ma snocciola colpi funky di arti marziali. C'è del potenziale e non si può, di fatto, nascondere."
RUMORE: "Hanno una buona visione della musica e della sperimentazione [...] possono fare cose interessanti"
CLASSIC ROCK: "[...] il giudizio finale è sicuramente positivo e incoraggiante e lascia intravedere enormi potenzialità di sviluppo"
IL CAMMINO: "Sono in due, ma quando li senti suonare la loro performance ti travolge, ti ribalta come se fossero in quattro o cinque [...]"
E tanti altri.
Durante l'estate dello stesso anno i due riescono a superare il confine italico suonando da headliner a Maribor, Slovenia. Ripetono l'impresa dopo pochi mesi questa volta in supporto agli australiani Massive, viaggiando per un totale di sei date tra Repubblica Ceca, Bulgaria e Romania.
A febbraio 2019 dopo un anno esatto dall'uscita del disco, pubblicano una cover con video annesso di "The Way You Used To Do", un omaggio a un'altra band storica d'ispirazione per gli Eradius, i Queen of the Stone Age.
L'intenzione è quella di esprimere se stessi con il linguaggio a loro più congeniale, divertendosi e facendo divertire, o quantomeno incuriosire, il pubblico, cercando di viaggiare il più possibile per poter crescere, imparare e migliorare sempre di più.