Una casa discografica si è evoluta tanto, dovendosi adeguare ai tempi e ai cambiamenti avvenuti nel corso degli anni. Basti pensare all’avvento di internet, la diffusione dei social e degli streaming musicali.

Le fasi di una casa discografica rimangono sempre le stesse, ma hanno subito grandi cambiamenti.

. La ricerca di un artista

. Produzione

. Distribuzione

. Promozione

La ricerca di un artista

Prima: La figura che ricercava un artista era quella del produttore discografico, talent scout che organizzava i provini per gli artisti che gli mandavano le loro demo via posta, partecipava ai concorsi musicali, andava nei locali di musica live per scovare gli artisti.

Dopo: Oggi il produttore discografico continua a ricevere le demo, spesso tramite l’indirizzo email. Spesso ricerca gli artisti sul web, sui canali come YouTube; oppure attraverso programmi televisivi, come Amici di Maria De Filippi, X Factor, The Voice, e concorsi musicali.

Produzione di un singolo/album

Prima: Produrre un disco costava molto, quindi difficilmente un artista registrava la sua musica senza uno staff alle spalle. E tra l’altro non c’erano neanche cosi tanti studi di registrazione come ci sono ora.

Dopo: Oggi c’è un budget variegato per produrre un disco. Sono aumentati gli studi di registrazioni e i professionisti che possono aiutare un artista a produrre un album. Di conseguenza un artista è più autonomo nella scelta del percorso da seguire. Ecco perché oggi si parla di autoproduzione. Un artista con i mezzi che ha a disposizione può registrare e produrre interamente il suo album, senza avere una casa discografica. Anche la tecnologia si è evoluta, e sono nati programmi per fare musica, come Cubase, Pro Tools, in grado di far produrre musica a un budget più ridotto. Da qui la nascita di home recording, cioè un piccolo studio fatto in casa da un artista. Un modo più accessibile per creare musica a costi bassi, e con una qualità non come quella degli studi di registrazione, ovviamente, ma che può comunque far intravedere le potenzialità di una canzone.

Distribuzione

Prima: Prima i dischi si distribuivano nei più grandi negozi di musica, luogo dove i fan dell’artista potevano comprare il disco del loro beniamino. Le case discografiche stipulavano accordi con i distributori che diffondevano i dischi nei negozi.

Dopo: Oggi sono nati i distributori digitali, che hanno ormai preso il sopravvento. Il loro obiettivo è quello di inserire la musica nei principali servizi di streaming musicali, che sono veri e propri negozi online che offrono un catalogo di milioni di album, come Amazon, Spotify, iTunes ecc. Tra i principali distributori digitali troviamo: Awal, DistroKid, Record Union, CD Baby, EmuBands, Tunecore. La differenza sostanziale rispetto a prima è che un artista può autonomamente distribuire la sua musica su Spotify, Tidal, Amazon ecc servendosi dei distributori digitali. Può scegliere ovviamente quello che risponde alle sue esigenze.

Promozione

Prima: Le radio avevano un compito fondamentale per far arrivare una canzone all’ascoltatore, cosi come la partecipazione a programmi televisivi, o a Festival canori, come il Festival di Sanremo; o i giornali di musica.

Dopo: Oggi ci sono molte più possibilità per promuovere un disco. Oltre alle radio, ci sono il web e i social, un artista può far conoscere la propria musica utilizzando una piattaforma per i video come YouTube; diffondere la propria musica sui social, come Facebook e Instagram, che permettono un contatto diretto con i propri fan. Possono servirsi degli uffici stampa per la pubblicazione di comunicati stampa, contenenti le info del lancio di un album; possono farsi conoscere attraverso le testate musicali online. Anche in questo caso in piena autonomia.

I tre tipi di case discografiche

Le case discografiche si dividono in tre categorie:

Le majors - Legate a multinazionali che detengono gran parte del mercato musicale mondiale. Sono preferite dagli artisti per avere la possibilità di arrivare al grande pubblico, con i tanti mezzi e le risorse che le Major hanno a disposizione per supportare l’artista.

Le indipendenti - Case discografiche che autoproducono e promuovono i propri artisti indipendentemente dalle multinazionali. Permettono all’artista maggiore autonomia nelle scelte artistiche musicali, ma anche maggiore libertà di espressione nella scrittura e composizione di una canzone. Per questo motivo molti artisti preferiscono optare per quelle indipendenti quando sono agli esordi.

Le vanity label - Case discografiche fondate e gestite da un artista anch'esse indipendenti, fondate in genere per avere un certo grado di libertà dalla casa discografica principale che ne distribuisce la produzione.

Elenco delle principali case discografiche

Sony Music è una società statunitense che rappresenta una delle più grandi case discografiche (Major). Fondata nel 1991 a New York. Sony Music Italy ha sede a Milano, in Italia.

Universal Music Group (UMG) è una società statunitense che rappresenta una delle tre più grandi case discografiche (major) nell'industria musicale. E’ stata fondata il 1934 a Santa Monica. La società italiana ha sede a Milano.

Warner Music Group (WMG), è una società statunitense che rappresenta una delle tre più grandi case discografiche (major) nell'industria musicale. E’ stata fondata nel 1958 a New York. C’è anche quella in Italia come Warner Music Italy (per l'ambito discografico) e Warner Chappell Music Italiana (per l'ambito delle edizioni musicali), che hanno sede a Milano.

Columbia Records è la più antica casa discografica statunitense ancora in attività. E’ stata fondata nel 1888 a New York.

Epic Records è una storica casa discografica statunitense, controllata dal 1987 dalla Sony Music. E’ stata fondata nel 1953 a New York.

Virgin Records è una casa discografica inglese, la cui sede principale si trova a Stoccolma con succursali a Londra e New York. E’ stata fondata dall'imprenditore Richard Branson e da Nik Powell nel 1972.

Atlantic Records (o Atlantic Recording Corporation) è una casa discografica fondata nel 1947 da Ahmet Ertegün e Herb Abramson. La sede principale è a New York.

Island Records è una casa discografica fondata nel 1959 da Chris Blackwell in Giamaica. E’ stata la casa discografica che ha lanciato il reggae a livello internazionale, e l’artista Bob Marley, che la fece diventare l'etichetta di riferimento per tale musica. La sede principale è a Londra.

Def Jam Recordings è una casa discografica statunitense, specializzata soprattutto nella produzione di dischi di genere hip hop, fondata nel 1983 da Russell Simmons e Rick Rubin. La sede principale è a New York.

Interscope Records è una casa discografica statunitense, appartenente al gruppo Interscope-Geffen-A&M che a sua volta è di proprietà della Universal Music Group. E’ stata fondata nel 1989, la sede principale è a Santa Monica.

Blue Note Records è una casa editrice discografica statunitense, specializzata in edizioni jazz, fondata nel 1939 da Alfred Lion e Francis Wolff. Si è specializzata nella musica Jazz, e per Blue Note hanno inciso quasi tutti i nomi più importanti della scena jazz.

Elektra Records è una casa discografica statunitense, sussidiaria dell'Atlantic Music Group, che a sua volta è controllato dalla major Warner Music Group. E’ stata fondata nel 1950, negli Stati Uniti d’America.

RCA Records è una casa discografica statunitense, divisione della Sony Music Entertainment, lanciata dalla RCA Corporation. Fondata nel 1929 da Emile Berliner e Eldridge R. Johnson, è la seconda etichetta discografica più antica nella storia degli Stati Uniti d'America. La sede principale è a New York.

Polydor Records è una casa discografica con sede in Inghilterra, dal 2010 di proprietà di Universal Music Group. E’ specializzata nella musica Pop, nella musica Classica.

Deutsche Grammophon è una casa discografica tedesca specializzata nella produzione di dischi di musica classica, che fa parte del gruppo Universal. E’ stata fondata nel 1898 da Emile Berliner, la sede principale è a Berlino.

Carosello Records è una casa discografica italiana fondata nel 1959, a Milano. E’ specializzata nella musica Pop, Hip hop, Jazz, Rock.

Leggi anche:

. Un’etichetta discografica, come si è evoluta e come funziona oggi

. Step per costruire una carriera musicale di successo

. Lavorare nel mondo della musica