Durante la Pandemia sono state sfornate molte canzoni, che parlavano del periodo che stiamo vivendo, o semplicemente l'essere con se stessi e riflettere su se stessi ha portato ad avere qualcosa di nuovo da dire, e di conseguenza tramutare quelle parole in musica. E' successa la stessa cosa per la band Il Tempio, che ha fatto uscire il 17 aprile 2020 il loro ultimo album "Parsec". Ma non si tratta di un album interamente scritto in questo periodo, la scrittura e la composizione delle prime canzoni che compongono questo album sono iniziate anni prima. Da li c'è stato un bel lavoro sulla scoperta del sound giusto, su cosa voler comunicare e sull'arrangiamento. Nell'album sono presenti canzoni già presenti nel loro repertorio, ma mai pubblicate e che hanno riarrangiato; e canzoni totalmente nuove.

Ne è uscito fuori un album prettamente rock e acustico, che, però, si lascia andare a un sound che varia per ogni canzone, in quanto la band ci teneva a dare a ogni canzone un impronta sonora differente. Da una parte troviamo canzoni cariche ed esplosive come "L'uomo Senza Braccia", "Se fosse poi cosi normale"; dall'altra canzoni dal sound elettronico come "Centro di Gravità Non Permanente", "Parsec"; e ancora... canzoni più riflessive e introspettive, come "Tutti i Miei Sbagli", "Androidi", "Serotonina"; o malinconiche, come "La Verità".

Il tutto porta un risvolto magico, quasi surreale.. che ha la capacità di catapultare l'ascoltatore in una dimensione particolare che allontana dal rumore della vita quotidiana e ti immerge in un luogo riflessivo e introspettivo.

Si tratta di un lavoro ben realizzato, che presenta tutti gli elementi per ricevere ottimi consensi sia dalla critica che dal pubblico: una band affiatata, melodie accattivanti, arrangiamenti curati nel dettaglio, testi profondi, intensi e comunicativi.

Le canzoni comunicano l'amore e le sue sfaccettature; la distanza che può esserci tra le persone, che in questo periodo è stata amplificata dal non poter vedere parenti, amici.

"Se fosse poi cosi normale" è un brano rock, malinconico, uno sfogo alle complessità dell'amore, un amore non tutto rosa e fiori come quello dei film. "Tutti i Miei Sbagli" è spensierato, con un sound piacevole e un giro di chitarra orecchiabile che fanno da contorno a questa storia d'amore che sembrerebbe conclusa, per mancata di comunicazione; come anche in "Androidi", una ballad malinconica dove il cantante esprime le sue emozioni di nostalgia ma con un enorme distacco. Avverte l'assenza dall'altra persona, e si sente come se non potesse esprimere a pieno le sue emozioni... sussurra "Ho già il cuore di un motore, senti il vuoto nel mio petto?"... Siamo solo androidi distanti e che non provano piu emozioni? "Parsec", che è anche il titolo dell'album, è un termine preso in prestito dall'astronomia.

Ha affermato la band: "Il concept di "Parsec" è la distanza che può venire a crearsi fra individui, non identificati né per forza legati da precisi sentimenti di amicizia, amore, passione, odio, etc. Tale lontananza può infatti diventare "astronomica", da ciò il titolo dell'album (il parsec è la misura della distanza fra due corpi celesti). Ci piaceva usare questa metafora, o meglio, analogia, per rappresentare ciò che ognuno di noi prova quando non riesce a spiegarsi o a colmare questo vuoto. Gli individui, soggetti dell'album, riescono ancora a vedersi e a sentirsi, ma il loro rapporto è sovrastato dal dubbio, l'apatia, il distacco emotivo."

"Parsec" è stato registrato presso El-Sop Recording Studio a Sesto Fiorentino, di Leonardo Magnolfi; è formato da 8 tracce, ed è disponibile su Spotify, e sugli altri Digital Store.

Tracklist:

1) Se fosse poi cosi normale 2) Tutti i miei sbagli 3) Androidi 4) La verità 5) L'uomo senza braccia 6) Centro di gravità non permanente 7) Serotonina 8) Parsec

 

 

Chi è la band?

Il Tempio è una band alternative rock, formatasi nel 2014 a Firenze da un progetto di Matteo Palatidis (voce, chitarra) e Marco Adoni (chitarra, synth). Prima ancora che il gruppo fosse formato, i due avevano accumulato svariato materiale inedito e solo in parte arrangiato. Con l'aggiunta di due membri al comparto ritmico, Filippo Lucchesi (batteria), e d'accompagnamento, Andrea Santoni (basso), il gruppo si è posto l'obiettivo di concretizzare e diffondere la propria musica. Due singoli ed un primo EP di cinque canzoni, registrati in studio, sono stati pubblicati nel 2016. Il genere musicale suonato da Il Tempio, se dovesse essere definito a grandi linee, dovrebbe essere visto più come un insieme di influenze, piuttosto che inquadrato in rigidi canzoni. Alternative anni '90/2000, post rock, dream pop, indie e cantautorato italiano, grunge: questi i principali generi ispiratori, cui Il Tempio si riferisce e che amalgama in modo dinamico. Il primo album, dal titolo "Parsec", è uscito il 17 aprile 2020, autoprodotto e in via indipendente.

Contatti:

www.facebook.com/IlTempioBand

https://www.instagram.com/il_tempio_band/?hl=it

https://open.spotify.com/artist/6NiwbVZKaiabGO5j8jkIbC?si=ku5x7tEfRd6r1lxtVrix7A

Dott.ssa Angela De Gregorio, Musica & Comunicazione