Il cantautore wLOG è tornato con un EP "Nisba" fresco e genuino, che vedrà la luce il 10 luglio 2020.

E’ uscito il tuo EP “Nisba”. Ce ne vuoi parlare?

Ciao! Eh Nisba! Nisba è un Ep che scandisce quattro fasi di questo periodo. Un primo momento dove la reazione è “niente mi può toccare”. Un secondo brano che disegna la sofferenza della distanza forzata con un “ non mi importa piu’ niente”. Poi finalmente arriva l’estate e si riparte “suppergiu’ come degli eroi e “niente ci può fermare”. Infine ho voluto chiudere con un brano che constata comunque l’ amaro in bocca un po' per tutto, ma la reazione è in ogni caso “NISBA!”.

Descrivici questo album con tre aggettivi?

Spontaneo, eterogeneo e nuovo.

Per il futuro sarà previsto un tour?

Spero di si. Anche se in questo particolare momento mi accontento di suonare. Sono pronto con un set speciale.

Ci sono artisti a cui ti sei ispirato per la creazione della tua musica?

In realtà nessuno in particolare. Le canzoni i vengono naturalmente da dentro. A volte il processo porta con se una crisi altre volte no. Però è molto personale. Vado avanti di puro istinto e ispirazione.

Credi più nel talento innato o nel duro lavoro?

Credo che senza il primo non si possa fare nulla. Ovviamente il primo senza il secondo può non bastare.

Come ti vedi fra dieci anni?

Sono uno che vive alla giornata. Spero sempre in avventura e con tante endorfine in giro.

Puoi dire che la musica ti ha reso e ti sta rendendo felice?

La musica mi guarisce. Mi cura. Mi permette di individuarmi. Senza sarei certamente meno felice e forse ancora più matto di come sono.

Dott. Angela De Gregorio, Musica e Comunicazione