Nicko è il nome d'arte dell'artista Nicholas Borsoni. Il suo nuovo singolo s'intitola "Senza Tempo".

Cos'è per te la musica?

Per me la musica è uno sfogo. É quell'amico che dice tutto quello che normalmente non riusciresti a dire. Ho iniziato a fare musica per parlare con me stesso e per tirare fuori pensieri che avevo bloccato da anni. É una chiave di lettura diversa rispetto alla normalità, perchè la realtà è noiosa e la normalità è differente a seconda di quello che hai passato.

Quali sono state le esperienze che ti hanno maggiormente formato?

Musicalmente credo che siano state varie, le prime tra tutte sicuramente sono state le autoproduzioni in garage da amici, da li ho iniziato a capire che era quello che volevo fare e che avevo bisogno di fare. Per quanto riguarda la mia vita in generale, credo che le esperienze che mi hanno formato siano state legate tutte all'infanzia e a vari sali e scendi della mia vita che preferirei non raccontare ora.

E' uscito il tuo nuovo singolo "Senza Tempo". Ce ne vuoi parlare?

"Senza Tempo" è esattamente come mi sento io, da qui viene il nome ed il significato intero della canzone. É una corsa continua la mia vita ragazzi. Prima scappavo, poi sono cresciuto e ho deciso di rincorrere. In questo brano ho deciso di ripercorrere, anche se velocemente, la mia vita fino ad ora, senza entrare troppo nei dettagli.

Quanto conta secondo te la passione, la costanza e la motivazione per avviare una carriera musicale?

Tutto. Secondo me sono la chiave che da la svolta o meno alla tua carriera musicale. Bisogna avere talento si, ma senza la costanza e l'impegno continuo non si arriva da nessuna parte.

Qual è il messaggio che vuoi comunicare attraverso le tue canzoni?

Dipende da canzone a canzone. I brani vanno presi singolarmente per ora, non hanno un filo conduttore, questo è portato dal fatto che io scrivo un brano basandomi sulle emozioni e le circostanze che sto passando in quel momento, oppure come dicevo prima sputo fuori un pò di tutto quello che ho dentro che male non fa... Nel momento in cui sarò ispirato a creare un filo conduttore su più brani sicuramente uscirà un album.

Com'è il tuo rapporto con il web e i social?

Beh... allora, se devo essere sincero all'inizio i social erano un problema, ora ho capito che è semplicemente un modo per stare più a contatto con il mio pubblico e loro con me, da quando l'ho interpretata in questo modo i social sono diventati uno strumento. Con il web non ho mai avuto a che ridire. Se sono qui un motivo c'è, diciamo che credo che internet sia utile a tutti.

Cosa dobbiamo aspettarci per il futuro della musica?

Per il futuro della musica in generale non ne ho idea, la trap e l'hiphop sono in continua evoluzione e verranno influenzati sempre di più da altri generi che man mano li contamineranno come è giusto che sia. Io sono uno di questi mescolamenti ad esempio, non saprei dirvi che genere faccio, va a seconda del momento e di che cosa ho nella testa ahah. Per quanto riguarda il futuro della mia musica invece? Aspettatevi il mainstream.

 

Dott.ssa Angela De Gregorio, Musica & Comunicazione