La ricerca di suoni è uno degli obiettivi più importanti per Veronica Vitale che ha intrapreso un lungo viaggio per scoprire l'essenza della sua musica. Oggi ha pubblicato un nuovo disco ''Inside The Outsider'', custodito in un libro, un vero e proprio diario di bordo.

Il tuo percorso musicale è molto particolare. Ti ha portato a viaggiare molto e a vedere tanti luoghi diversi, come la Germania e gli Stati Uniti. Tutto questo com'è iniziato? E come mai questa scelta?


Ho risposto molto chiaramente alla domanda “cosa voglio fare con la mia musica?” In Italia avevo esaurito la gavetta, dal 2002 al 2009 ho partecipato ad ogni possibile concorso. Sai, c’e’ un momento in cui l’artista deve fare il salto da dilettante a professionista, ed ho dovuto scegliere. L’ascolto che cercavo in Italia non era assente ma distratto dalla moda dei Talent Show, io ero interessata alla rivoluzione del mercato discografico che accadeva altrove. Ho ricevuto il primo contratto discografico nel 2009 a Francoforte am Main, e nel 2011 proprio in Germania, con la Top10 di Amazon Deutschland ho ricevuto il titolo di international recording artist. Io la penso cosi: “Quando l’occasione non bussa, devi costruirti la porta. La creatività nasce dalla crisi come l’alba da una notte oscura.”


Ti sei definita più volte ''Guerriero della luce''. Qual'è il significato? E' come definisci la tua personalità?


"Guerriero della luce", proprio come quello descritto da Paulo Coehlo, un'entità latente, che giace dentro di noi, presente in tutti gli uomini, che si risveglia in noi quando vogliamo perseguire un sogno e comprendere il miracolo della vita. La prima dote del guerriero è il coraggio, e non c’e’ avventura più grande e coraggiosa che quella di poter cambiare il proprio destino.


Hai fatto studi universitari e musicali. Che ruolo ha la cultura nella tua vita? E come hai coniugato questi studi?


La musica è cultura innanzitutto. La cultura è vita. Mentre ero in Germania portavo I libri degli esami con me anche in aereo. Facevo colazione ad alta quota per poi ritrovarmi nell’autobus 83 diretto a Fisciano quando c’erano I blocchi di 4/5 esami da superare, altre volte potevo invece seguire 2/3 mesi di corsi. Fino al 2016 ho tenuto insieme entrambi I percorsi, gli studi e la musica laureandomi 3 volte, e con una tesi ( l’ultima ) in fisica quantistica e teorie dei sistemi insieme al Candidato premio nobel Ervin Laszlo. La parola chiave qui é forza di volontà - dal francese "force" una potenza insita dentro di noi, come una voce! Mentre “Volontà” deriva dall'etimo latino "volere" e cioè "scegliere" "desiderare" è quindi uno sforzo dell’anima “Colui che veramente vuole, trova sempre un modo”. Noi abbiamo un grande patrimonio: Il cervello. Molti spengono il cervello ed accendono il cellulare. Sai perché non cresciamo? perche le persone vogliono sempre qualcuno che gli spiega le cose! Invece Nessuno deve spiegare niente! "Imparate!" "Capite! Domandatevi "Io che mondo ho attorno?" Poi c’e’ una categoria di esseri umani a parte: Gli ignoranti, quelli possono laurearsi 100 volte, ma non capiranno mai la vita.


Hai appena pubblicato un nuovo album dal titolo ''Inside The Outsider''. Ce ne vuoi parlare?


“Dentro colui che pensa fuori dagli Schemi” - Avevo un'anima grande come il mare ed allora l'ho divisa in tre parti, disco, libro e docufilm ad episodi. Il disco è custodito nel mio diario di bordo dove ho raccolto le coordinate sulla lunga strada verso la felicita’.15 brani originali (all’origine 25) di cui sono autrice e compositrice, In lingua sia inglese che italiano, un viaggio dal Mediterraneo al Pacifico tra i suoni del mondo ed il mio Pop a tratti Dubstep ma decisamente “LIQUID” un genere sperimentale che sfida in Italia il genere corrente e supera senza dubbio la TRAP. La mia produzione è statunitense e completamente indipendente, oltre che artista sono anche uno dei principali executive producer, ho investito personalmente in ogni dettaglio del mio sogno, e con soddisfazione mi accorgo che il nostro lavoro rispecchia alla grande gli alti standard qualitativi di una qualunque Major (Multinazionale Internazionale). Ti faccio un esempio tra tanti, tutti I video di produzione 2018 sono contrassegnati Red Digital Cinema in qualità 5K e 6K, in Italia a malapena si vede qualche partita in 4K. Ne sono molto orgogliosa, come artista Italiana, perché ogni mia vittoria e’ soprattutto ITALIANA, e poi, in quanto donna. Abbiamo bisogno di Business Women con le Palle nell’industria discografica.


Qual'è il messaggio che vuoi trasmettere con le tue canzoni?


Rinascita, ma anche che chi sacrifica tutto ce la fa.


Cosa dell'Italia può essere considerato un limite per avviare una carriera musicale?


I meccanismi del Music Business. Inoltre, quante persone sanno ancora fare la differenza tra Artista e Personaggio Pubblico?


Fare il mestiere dell'artista. Qual'è la tua visione? Che consiglio daresti a un giovane artista che sta iniziando?


Non e’ un mestiere. Io sono musica e se sparisse il mio pianoforte morirei il giorno dopo. E’ la mia vita. Non ho mai fatto musica per soldi, ho rinunciato a tutti I guadagni facili ed I compromessi. Ad un altro artista, giovane o maturo che sia direi: “Sii Forte e Coraggioso, e chiediti, Tu dalla musica, cosa vuoi veramente?”


Come vedi il futuro della musica?


Meraviglioso, perché vedi gli esseri umani hanno la forza di creare le macchine, gli esseri umani possono perciò creare anche la felicita’ ma l’abbiamo dimenticato. Tutti vivono un momento di assoluta povertà, economica, d’animo.

Angela De Gregorio                                         Veronica Vitale