Toni e semitoni non fanno altro che descriverci la distanza tra le note, che può essere appunto di un semitono, di un tono, di due semitoni, di due toni e cosi via.

Facciamo subito qualche esempio:

La distanza di DO e DO# è di un semitono

La distanza di DO# e RE è di un semitono

La distanza di DO e RE è di un tono

La distanza di RE e RE# è di un semitono

La distanza di RE# e MI è di un semitono

La distanza RE e MI è di un tono

La distanza di MI e FA è di un semitono

La distanza di Fa# e Sol è di un semitono

La distanza di FA e SOL è di un tono

La distanza di SOL e SOL# è di un semitono

La distanza di SOL# e LA è di un semitono

La distanza di SOL e LA è di un tono

La distanza di LA e LA# è di un semitono

La distanza di LA# e SI è di un semitono

La distanza di LA e SI è di un tono

La distanza di SI e DO è di un semitono

Nota bene: Prima di continuare ti consigliamo di leggere "Teoria & Armonia. Vol 1, 2 e 3 di Andrea Avena", che secondo noi è uno dei migliori e più completi libri di Teoria musicale. Per maggiori info vai a questa pagina.

Semitono: Naturale, diatonico e cromatico

I semitoni vanno distinti in naturale, diatonico e cromatico.

Il semitono naturale si definisce tale poiché non richiede alcuna alterazione e si trova fra MI-FA e SI-DO

Il semitono è diatonico quando è costituito da due suoni di nome diverso. Esempio: DO#-RE, SOL-LA

Il semitono è cromatico se è formato da due suoni dello stesso nome. Esempio: RE-RE#, SI-SIb

L’unione di due semitoni (diatonico-cromatico, cromatico-diatonico o cromatico-cromatico) genera il tono.

 

Tono: Naturale, diatonico e cromatico

I toni naturali sono: DO-RE, RE-MI, FA-SOL, SOL-LA, LA-SI.

Il tono è diatonico quando risulta dall’unione di un semitono cromatico e uno diatonico, o viceversa. Esempio: DO-RE (formato da DO-DO# E DO#-RE).

Il tono è cromatico quando è formato dall’unione di due semitoni cromatici. Esempio: DO-DOx (formato da DO-DO# e DO#-DOx)

Da quanto detto finora si evince che mediante l’uso delle alterazioni, ogni nota musicale può avere tre diverse denominazioni, pur avendo la stessa altezza.

I suoni che hanno stessa altezza, ma nome diverso si dicono:

omologhi, omofoni o enarmonici.

Esempio:

MI# e SOLbb : FA

Fax e LAbb: Sol

Fab e Rex: MI

In sintesi:

Le note musicali della scala diatonica sono sette:

DO RE MI FA SOL LA SI

Se consideriamo la scala cromatica, ci sono altri suoni che si ottengono abbassando o alzando di un semitono le 7 note musicali diatoniche attraverso bemolle (♭) e diesis (♯).

In questo caso le note musicali sono 12:

DO DO# RE RE# MI FA FA# SOL SOL# LA LA# SI

Leggi anche:

. Note sul Pentagramma. Migliora la tua conoscenza

. Intervalli musicali: Cosa sono e perchè sono importanti?

. Intervalli musicali, esercizi