Indice Contenuti:


Il metronomo è uno strumento che utilizziamo per misurare e scandire il tempo in modo regolare, inventato da Johann Nepomuk Mälzel, un inventore, ingegnere e showman tedesco.

Il tempo scandito dal metronomo si misura in BPM, ossia Battiti Per Minuto, che è l’unità di misura di questo tempo.

La velocità di metronomo, in genere, va da 40 a 208 secondo.

Il metronomo produce regolari battiti. Più i battiti saranno alti, più veloce sarà il brano suonato, più i battiti saranno bassi, più lento sarà il brano suonato.

Ciò significa che se mettiamo il metronomo a 60, esso farà 60 battiti al minuto. Se lo mettismo a 120 farà 120 battiti al minuto e cosi via.

Se troviamo su uno spartito come indicazione una semiminima uguale a 100, ciò significa che noi dobbiamo mettere il metronomo a 100 e per ogni tic del metronomo sarà trascorsa una semiminima.

Perchè è importante usarlo

Il metronomo serve a imparare ad andare a tempo, e per un musicista, soprattutto agli inizi, è indispensabile imparare a suonare a tempo.

Utilizzare un metronomo significa, quindi, affidarsi a dei parametri sufficientemente precisi e avere un metro di misura per capire se stai veramente suonando a tempo, o se ci sono dei tempi imprecisi.

Ricorda che per una buona esecuzione devi:

  • andare a tempo
  • suonare le note giuste
Metronomo

Come usare il metronomo

Imposta il tempo. Se vuoi eseguire un brano in maniera lenta puoi optare per un tempo di 60 BPM, se vuoi velocizzare il tempo puoi impostare un tempo di 120 BPM.

Imposta la notazione del tempo. Essa è rappresentata da due numeri che vengono scritti in maniera simile a una frazione matematica. Quello superiore indica il numero di battiti in una misura, quello inferiore rappresenta il valore della battuta. Per esempio, un brano in 4/4 indica che ci sono quattro note da un quarto in una battuta, mentre la notazione 2/4 significa che ci sono due note da un quarto.

Imposta il volume. Fai in modo che il bit del metronomo non sia troppo alto tanto da nascondere il suono dello strumento che stai suonando. Non tutti i metronomi permettono di impostare il volume, soprattutto quelli meccanici. Mentre quelli più moderni, come quelli digitali, sicuramente permettono di impostare il volume e non solo, hanno molte più funzioni.

Tipi di metronomo

Ci sono vari tipi di metronomo:

  • Metronomo meccanico
  • Metronomo elettronico
  • Metronomo in sottoforma di App
Metronomo

Il metronomo meccanico è quello classico tradizionale, sfrutta il principio del pendolo. Esso deve essere appoggiato su un piano orizzontale, altrimenti non funziona bene.

E' costruito con un sistema a pendolo caricato a molla che ad ogni oscillazione produce un “tac”. La velocità si regola modificando la posizione del peso sull’asticella.

Il metronomo elettronico è probabilmente quello più diffuso oggi, grazie alla sua praticità. Oltre alla sua funzione di misurare il tempo, può svolgere anche altri compiti per cui un tempo era necessario acquistare ulteriori dispositivi. E' la migliore soluzione per chi si trova spesso in viaggio e vuole uno strumento versatile e pratico da portare con sé. Esso va a batterie.

Il metronomo più diffuso in tempi recenti è quello sottoforma di App che è possibile installare e scaricare sul nostro computer e non solo.

Sono nate molte applicazioni per smartphone, tablet e pc.

Nota bene, quelli meccanici tendono ad avere delle caratteristiche più elementari e sono davvero ottimi per molti strumenti classici presenti in un'orchestra. Quelli digitali offrono molte funzionalità adatte soprattutto ai musicisti moderni.

Esercizi per sviluppare il ritmo

Ci sono esercizi che ti aiutano a sviluppare la tua ritmicità e per imparare a mantenere un ritmo costante mentre suoni.

Prendi uno strumento come il pianoforte o la chitarra e impegnati a suonare una nota su ogni bit del metronomo. In questo modo eserciti la tua percezione ritmica. Poi suona due note su ogni bit; poi tre note su ogni bit e cosi via.

Parti da un tempo del metronomo lento, tipo 60 o 70.

Se non hai uno strumento a disposizione, segui il tempo con il battito delle mani.

Il segreto è la pazienza, e tanta tanta pratica.

Usa sempre il metronomo per ogni esercizio o brano che vuoi suonare scegliendo la velocità che ti permetta di eseguire ogni passaggio in modo corretto e senza errori.

incrementa la velocità solo quando hai preso confidenza con il brano e ti senti più a tuo agio suonandolo lentamente, in questo caso puoi aumentare il tempo in modo graduale.