Il mio canto libero è una canzone del cantautore Lucio Battisti, pubblicata nel novembre del 1972, scritta da Mogol e musicata da Battisti.

Considerata un classico della musica leggera italiana, è ancora oggi molto trasmessa in radio, e reinterpretata da numerosi artisti.

È estratta dall'album Il mio Canto Libero.

Testo della Canzone Il mio Canto Libero

— Il mio Canto Libero, Testo Canzone

Strofa:

In un mondo che
Non ci vuole più
Il mio canto libero sei tu
E l'immensità
Si apre intorno a noi
Al di là del limite degli occhi tuoi

Ritornello:

Nasce il sentimento
Nasce in mezzo al pianto
E s'innalza altissimo e va
E vola sulle accuse della gente
A tutti i suoi retaggi indifferente
Sorretto da un anelito d'amore
Di vero amore

Strofa:

In un mondo che (Pietre, un giorno case)
Prigioniero è (Ricoperte dalle rose selvatiche)
Respiriamo liberi io e te (Rivivono, ci chiamano)
E la verità (Boschi abbandonati)
Si offre nuda a noi (Perciò sopravvissuti, vergini)
E limpida è l'immagine (Si aprono)
Ormai (Ci abbracciano)

Ritornello:

Nuove sensazioni
Giovani emozioni
Si esprimono purissime in noi
La veste dei fantasmi del passato
Cadendo lascia il quadro immacolato
E s'alza un vento tiepido d'amore
Di vero amore

Special:

E riscopro te

Dolce compagna che
Non sai domandare, ma sai
Che ovunque andrai
Al fianco tuo mi avrai
Se tu lo vuoi

Pietre, un giorno case
Ricoperte dalle rose selvatiche
Rivivono, ci chiamano
Boschi abbandonati
E perciò sopravvissuti vergini
Si aprono, ci abbracciano

Strofa:

In un mondo che
Prigioniero è
Respiriamo liberi
Io e te
E la verità
Si offre nuda a noi
E limpida è l'immagine ormai

Ritornello:

Nuove sensazioni
Giovani emozioni
Si esprimono purissime in noi
La veste dei fantasmi del passato
Cadendo lascia il quadro immacolato
E s'alza un vento tiepido d'amore
Di vero amore
E riscopro te

Significato della Canzone Il mio Canto Libero

Il testo, scritto da Mogol, è autobiografico. È stato scritto dopo la separazione dalla moglie e l'incontro con la nuova compagna, la pittrice e poetessa Gabriella Marazzi.

È appunto una canzone d'amore, molto dolce, dai toni romantici. Bisogna riscoprire il vero valore dell'amore, che è qualcosa di prezioso e unico, e va vissuto intensamente.

L'amore, "in un mondo che prigioniero è", può farci sentire liberi, e farci andare oltre le apparenze.

Curiosità della Canzone Il mio Canto Libero

Oltre alla versione originale in lingua italiana, esistono versioni del brano cantate da Lucio Battisti in lingua spagnola (Mi libre canción), in lingua inglese (A song to feel alive) e in lingua tedesca (Unser Freies Lied).

Di questa magnifica canzone sono state fatte numerose cover, da Amedeo Minghi, da Laura Pausini insieme a Juanes, da Fiorello, da Francesca Michielin, e tanti altri cantanti.

Album Il mio Canto Libero

Il mio Canto Libero è il settimo album del cantante Lucio Battisti, pubblicato nel novembre del 1972, dall'etichetta discografica Numero Uno.

Da esso verrà estratto il singolo Il mio canto libero. Si tratta di un album a tratti musicalmente elaborato, i cui testi toccano vari argomenti, dall'amore alla morte ad una forma di protesta non sempre avvertibile.

Tracklist:

Tutti i brani sono di Mogol & Battisti.

  • Lato A
  1. La luce dell'est
  2. Luci-ah
  3. L'aquila
  4. Vento nel vento
  • Lato B
  1. Confusione
  2. Io vorrei... non vorrei... ma se vuoi
  3. Gente per bene e gente per male
  4. Il mio canto libero