Il duo Paziente Zero ci presenta il loro secondo singolo “Il rancore Che Covid”, nato come si può prevedere dal titolo, in questo periodo delicato di emergenza Coronavirus.

E’ stato pubblicato il 30 marzo 2020. Il mixing è stato curato da ConenMastering & Paziente Zero, mentre il Mastering da ConenMastering.

Ritmo elettrizzante, chitarre distorte, voce con qualche effetto per dare la giusta carica, sound orecchiabile e fresco … è una spruzzata di positività in un periodo cosi delicato, dove abbiamo sicuramente bisogno di ricordarci che tutto passerà e che ritorneremo più forti di prima.

Il duo Paziente Zero non ha voluto affidarsi, per accompagnare le nostre giornate in casa, a sonorità malinconiche e tristi, ma ha voluto dare slancio alla canzone investendo in un ritmo incalzante, movimentato. Vuole essere un modo per affrontare questi giorni in un’ottica diversa, in quanto non facili per nessuno.

Un brano pop dance, nato con l’intento di esorcizzare questa situazione di emergenza Coronavirus che già è difficile di per sé.

Il brano è stato creato completamente in quarantena e a distanza. I due artisti non si sono visti dal vivo, ma sono stati vicini musicalmente. Il risultato è che già hanno pubblicato due singoli insieme. Oltre a “Il rancore che Covid”, quello uscito precedentemente s’intitola “Assembrami”. Questa è la forza della musica, che è li pronta quando meno te lo aspetti anche nei momenti difficili.

Non possiamo prevedere cosa ci sarà per il futuro, ma possiamo sapere come reagire oggi nel presente, cercando di rendere le nostre giornate produttive, cercando di stare in contatto con la famiglia, le persone care e gli amici.

Con un pizzico di ironia, di speranza e positività per il futuro, i due artisti hanno toccato un tema delicato, che ci accomuna tutti.

Ha affermato il duo: “Diverse le chiavi di lettura: È ambientata poco prima dell'epidemia, quando le prime avvisaglie cominciavano a palesarsi? È ambientata in un ipotetico futuro dove, dopo mesi di forzata solitudine, si puó finalmente uscire nell'illusione che sia tutto a posto, salvo poi ritrovarsi in pugno ad un nemico invisibile che toglie il respiro? Quello che importa, è che dopo questa esperienza dovremo rivedere il nostro concetto di normalità”.

Chi sono gli artisti?

Paziente Zero è un progetto, nato, concepito e realizzato interamente in quarantena sull'asse Carbonia - Torino, da un'idea di due amici da tempo, che preferiscono tenere per sé la loro identità e far parlare la musica. Musicista, studente e insegnante di Basso prima della pandemia il primo e musicista e tutt'ora in prima linea come operaio tessile il secondo, decidono di unire le forze per raccontare il periodo del Coronavirus in Italia con ironia lasciando comunque spazio a diverse chiavi di lettura. Totalmente autoprodotti, con l'aiuto disinteressato di amici e colleghi musicisti hanno pubblicato su YouTube due singoli, "Assembrami"e "Il Rancore Che Covid", che andranno a comporre un Concept Album dal titolo "Paziente Zero", che vedrà la luce, come molti di noi, il giorno in cui le misure restrittive cesseranno nelle modalità da tutti conosciute. I riferimenti musicali, figli anche delle precedenti esperienze di band condivise insieme dai due musicisti, sono molteplici: dalla musica Indie Italiana anche nella sua accezione più parodistica fino al Funk, Black Music e all'Alternative Rock anni 90, fino ai grandi cantautori italiani, citando il duo torinese Righeira come massima ispirazione e cercando di far convergere tutto questo verso un discorso musicale e testuale personale.

Contatti:

https://www.youtube.com/channel/UCPpyc1fwIh4D1uGjjcGZWHA

https://www.facebook.com/Paziente-Zero-216298655047850/

Paziente Zero (@paziente_zero0) Instagram profile • 13 photos and videos
Primo e unico Paziente Zero.

Dott.ssa Angela De Gregorio, Musica e Comunicazione