Maurizio Tocco è un cantautore abruzzese. Il suo singolo ''Portami al mare'', rilasciata da Mea Record Company e la Believe, è stata dedicato al padre, ed ha ottenuto un buon riscontro.

Quali sono state le esperienze che ti hanno maggiormente formato?

Non ho avuto moltissime esperienze nel campo musicale, diciamo che mi sono formato da piccolino quando il mio papà mi accompagnava nelle trasmissioni locali per bambini dove cantavo.
A marzo ho vinto il premio nazionale del FESTIVAL DELLA MELODIA 2019 con la mia canzone PORTAMI AL MARE. È stata davvero una bella emozione. Poi da li è stato un crescendo sperando di fare sempre di più.
Sono entrato in semifinale al premio PIGRO di Ivan graziani e a febbraio c è la finale durante la settimana del festival di Sanremo, poi vari concorsi e vari premi.

E' uscito il tuo nuovo singolo ''Portami al mare''. Ce ne vuoi parlare?

Nel 2017 ho perso il mio papà, anche lui legato alla musica e grazie a lui se lo sono anche io. Dovevo necessariamente farlo rivivere attraverso una melodia, qualche nota, perché per me la musica non si ferma sopra un palco, ma va oltre.
E allora durante un viaggio per lavoro, su di un treno, scrivo questa canzone e grazie alla musica di Stefano Piovillico e agli arrangiamenti di Elio De Pasquale nasce PORTAMI AL MARE.
Ma un enorme grazie va alla mia etichetta  discografica MEA RECORD COMPANY Di Angelo Anselmi e a Believe music che hanno creduto in me. A breve uscirà il video. Nb LA canzone è su you tube e tutti i digital da un mesetto e ha ottenuto, pur essendo un topic, circa 14mila visualizzazioni.

Se dovresti descrivere con tre parole la tua musica, quale usereste?

La mia musica mi rispecchia molto. Infatti è un pò come il mio carattere: SENSIBILE, ELEGANTE al punto giusto, e STRONZA in certe occasioni.

Cosa pensi dei talent show? Hai mai partecipato?

Non ho mai partecipato ai TALENT non perche sono contrario, anzi. Mi divertono e mi fanno compagnia. Il problema del TALENT è la durata del  successo. Molti sono spariti, alcuni fanno sempre le stesse musiche, però è una grande possibilità per i ragazzi di oggi. Sperando che non diventino copie di mille riassunti.

Riguardo la diffusione della musica inedita. Quali sono le difficoltà per un cantautore che vuole proporre  la propria musica ai locali, club, eventi live?

La mia etichetta discografica la MEA RECORD COMPANY di Angelo Anselmi mi segue dovunque e viceversa. Bisogna trovarsi nel posto giusto al momento giusto. Oggi vengono distribuiti cantanti che non sanno cantare  e sono aiutati da meccanismi elettronici. Non è una polemica ma è un dato di fatto e se al pubblico piace allora ben venga questo tipo di musica.
A me un pò manca la musica cantata, quella dei grandi artisti, ma grandi  in maiuscolo. Poi io ascolto tutto, ma proprio tutto. ULTIMO, IRAMA,  ALFA, TIZIANO FERRO ecc... Di tutto!

Com'è il tuo rapporto con il web e i social?

Sono molto social, molto presente su Instagram. Oggi è praticamente tutto per fortuna o purtroppo. Sai tutto quello che succede.

Come vedi il futuro della musica?

La musica? Cambierà di nuovo perché è in continuo movimento. Ogni tre anni va un genere e poi arriva uno nuovo. Ho paura solo che pochi artisti emergeranno davvero essendo quasi tutti uguali. Ma comunque sia la musica unisce e non divide (il mio motto).

Dott.ssa Angela De Gregorio, Musica e Comunicazione