Ciro Faro è un cantautore italiano. Ha da poco pubblicato il suo ultimo singolo "Fuori Diluvia".

Quali sono state le esperienze che ti hanno maggiormente formato?

Fare i saggi di canto organizzati dalla mia ex insegnante di canto e anche andare a lezione (in privato) da lei per 5 anni.

Il tuo ultimo singolo s’intitola “Fuori Diluvia". Ce ne vuoi parlare?
Progetti per il futuro?

“Fuori diluvia” parla di una storia d'amore “virtuale” e la dedico a qualsiasi forma d'amore, per me l'amore è universale! Non è la mia storia, è una storia diciamo...”inventata” per non scrivere brani sempre sul sociale, ho pensato di cambiare. Per adesso mi godo il numero delle visualizzazioni del mio inedito, l'aumento degli iscritti su YouTube, ecc... poi in futuro chissà!... nel frattempo sto scrivendo un'altra canzone che probabilmente sarà pronta nel 2021.

Quanto conta secondo te la passione, la costanza e la motivazione per avviare una carriera musicale?

La passione e la costanza aiutano principalmente riguardo al fatto di non mollare mai. Mai mollare una passione per un'arte solo perchè te lo dice qualcuno, ma se funzioni e il tuo stile piace alla gente, bisogna andare avanti per la propria strada. Io per adesso punto solo sulla passione perchè ho iniziato un pò tardi a impegnarmi seriamente nel mondo della musica e del canto, precisamente nel 2015.

Qual è il messaggio che vuoi comunicare attraverso le tue canzoni?

Di cercare di cambiare un pò atteggiamento verso il prossimo, quando nel mio inedito “Fuori diluvia” scrivo la frase:”il mondo fuori è pieno di persone che si indignano”, è vero! È la realtà di oggi! Lo vediamo sui social ad esempio, indignarsi per motivi seri ok, ci sta benissimo, però adesso sembra quasi che ognuno di noi debba stare attento a tutto ciò che deve dire o pensare! E magari anche “escludere” chi è diverso da noi...

In che modo il web e i social possono essere utili per l'attività di un artista?

Considerando che una volta gli artisti emergenti funzionavano con i bar, locali, pub e che oggi come oggi i tempi sono cambiati, direi che il web e i social siano molto utili!! L'unica cosa è che manca un pò di esperienza nei live! Soprattutto adesso per via del covid le cose si sono fatte un pò “complicate”, però tutto si aggiusta prima o poi.

Cosa dobbiamo aspettarci per il futuro della musica?

Una volta fatto 3 inediti, punterei a fare il concerto del Primo Maggio visto che per regolamento accettano solo chi ha già pubblicato 3 brani... quello sarebbe un sogno per me e quindi perchè no, potrò provarci! E poi, spero di un colpo di fortuna, la butto lì... Sanremo giovani! Non so se ce la farò visto che ho già 31 anni, però mai dire mai magari in duetto con i Big se faranno ancora la serata dei duetti...

Dott.ssa Angela De Gregorio, Musica & Comunicazione