DannyWhite è un giovane cantautore. Il suo ultimo singolo s'intitola "El Paso", un mix di Indie - Rock e Rap.

Quali sono state le esperienze che ti hanno maggiormente formato?

Io come vi dicevo arrivo dal rap, nel 2016 ho prodotto insieme al mio ex gruppo un intero album da Sick Luke a Roma. Quella è stata un esperienza che mi ha segnato molto, mi ha fatto vedere il mondo della musica con un ottica molto più professionale.
Successivamente l'ingresso al Lobster Studio mi ha fatto capire che la mia strada era quella, la musica. Loro sono ormai una famiglia per me, che incide al 50%  nei miei brani.


E’ uscito il tuo singolo “El Paso”. Ce ne vuoi parlare?

El paso nasce dopo un tira e molla nella mia "storia d'amore". Avevo tante cose dentro, dovevo svuotarmi perché non stavo bene. Il fatto di farlo in vesti rock mi ha dato la carica per "confessarmi con la penna".
El paso è un viaggio metaforico dove le tante distrazioni nel tragitto alla fine svaniscono, per lasciare al tuo fianco le cose più importanti.


Progetti per il futuro?

Ho pronti 5 - 6 inediti racchiusi in un progetto dal nome "hangover". Ma visto il periodo e l' impossibilità a muoversi sono lì in stand by.
Di più non posso dire perché capita spesso che mi porto sfiga da solo.

Ci sono abbastanza opportunità per giovani cantautori?

Credo che stia ritornando l'arte della scrittura importante, la gente vuole canzoni che rimangano nel tempo. Non è possibile che oggi un individuo per ascoltare pezzi con valore deve tornare indietro di 10 - 20 anni.
La  musica di oggi tende ad essere troppo targhettizzata, troppo dietro alle mode, ma la bella musica non deve seguire nulla, sono gli altri che devono seguirla, quindi più porte si stanno aprendo e sono contento.


Quanto conta secondo te la passione, la costanza e la motivazione per avviare una carriera musicale?

Sono fondamentali, c'è tanta concorrenza, senza la passione e la determinazione sei portato a mollare tutto troppo in fretta. Ho visto ragazzi talentuosissimi mollare perché qualcuno meno talentuoso "ce l' aveva fatta" ma magari quel qualcuno dopo il lavoro passava 4 5 ore in studio tutti i giorni migliorando sempre di più.
Non bisogna sedersi mai, creare rapporti umani solidi con chi si lavora, passione, talento, un pizzico di fortuna e qualche cosa accadrà.


Quali sono i pro e i contro del web e i social?

I  pro sono che il tuo prodotto può sconfinare dalla tua città e raggiungere più persone. I contro sono troppi... I social hanno creato troppi cloni, oggi fai due storie e puoi sentirti qualcuno famoso ma torniamo al punto di prima, se non ti fai il c*** resti sul divano a fare l' imitatore.

Come vedi il futuro della musica?

Domanda finale giustamente la più complicata.
Ripeto il movimento italiano sta raggiungendo picchi altissimi grazie a molti artisti fortissimi in ogni genere, vedo un futuro roseo, sinceramente loro sono il motore trainante del treno. Dobbiamo essere bravi a salirci sopra perché se passa, potrebbe non ripassare.

DannyWhite (@danny_white7) • Foto e video di Instagram
“El paso” fuori⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️

Dott.ssa Angela De Gregorio, Musica e Comunicazione