Kokey è un rapper italiano. Il suovo album s'intitola "Torno in Underground".

Cos'è la musica per te?

Per me la musica è una passione e uno sfogo che ho da quando sono piccolo. Infatti in questi anni ho imparato a suonare la batteria, a fare qualche piccola produzione, ho fatto il dj per vari anni per poi affermarmi nel rap.

Quali sono state le esperienze che ti hanno maggiormente formato?

Sicuramente una delle esperienze più importanti è stata quella di lavorare su un singolo a Milano, con un’etichetta molto nota nel settore. E' stato un anno di prove, pomeriggi in studio, arrangiamenti, per poi uscire con questo primo singolo ufficiale. Poi ci sono varie altre esperienze più personali che mi hanno formato parecchio in questo ambiente.

E' uscito il tuo album “Torno in Underground”. Ce ne vuoi parlare?

Si, posso dirvi che è stato un album che mi ha impegnato parecchio. Ho scritto per tre anni, avevo ormai una cinquantina di brani, ed ho deciso di prenderne questi 14 per creare il mio primo album ufficiale da solista, dove racchiudo i periodi più belli e più “bui” della mia vita, che sono poi quelle esperienze che mi hanno fortificato di più, soprattutto in questo ambiente. L'album ho voluto chiamarlo così proprio per dare un richiamo all’old school, per riportare quel genere che piano piano sta sparendo per lasciare spazio alla trap e gli altri sottogeneri. Per quanto riguarda la copertina ringrazio Giorgia, la mia grafica e posso dirvi che è ambientata alla fermata di Anagnina, una delle fermate della metro di Roma (sempre per tornare alla parola Underground). Quella fermata ha rappresentato vari anni della mia vita. Per quanto riguarda le produzioni sono state fatte da tre amici che ringrazio tantissimo, con cui collaboriamo spesso insieme ed è sempre un piacere trovarmi in studio con loro.

Quanto conta secondo te la passione, la costanza e la motivazione per avviare una carriera musicale?

Beh direi parecchio... se non sei costante e non hai passione hai perso in partenza.

Qual è il messaggio che vuoi comunicare attraverso le tue canzoni?

Sicuramente il messaggio principale è quello di ascoltare la musica e di ascoltare il vero rap. In realtà oltre questo non ho un vero e proprio messaggio, adoro il genere rap underground e mi piace farlo descrivendo quello che penso o che vivo.

Com'è il tuo rapporto con il web e i social?

Sui social in realtà sono costante solo durante ogni mia nuova uscita, al di fuori di questo lo uso per immortalare momenti o pensieri.

Cosa dobbiamo aspettarci per il futuro della musica?

Per quanto riguarda la mia posso dirvi che già sto lavorando a nuovi progetti. Per quanto riguarda la musica in generale spero che si riprenda a fare live e si riprenda a fare della sana e buona musica.

 

Dott.ssa Angela De Gregorio, Musica & Comunicazione