Ogni canzone ha una sua identità, una sua impronta, una sua dimensione.

Da questo concetto è partita la band Fake People, quando ha iniziato a lavorare al suo lavoro "Oneiros Effect".

Il percorso parte al contrario. E cioè da un singolo brano pubblicato ogni venerdi dal 23 ottobre 2020 al 1 gennaio 2021, fino all'intero album di 11 tracce "Oneiros Effect", anzi meglio dire una traccia intera di 40 minuti, pubblicata il 7 gennaio 2021.

Quello che ci piace di questo lavoro è la cura per ogni singola canzone. Il voler far ascoltare al pubblico tutta la loro realtà, spezzettata in 11 pezzi, capitoli e non solo lanciare 3 - 4 singoli, come si è soliti fare.

Questa è una bella mossa, per un grande lavoro, curato nel dettaglio, dagli arrangiamenti alle melodie, dalla struttura ai testi.

Ogni traccia ha un mondo a sè riconoscibile, ma c'è un filo conduttore che li tiene uniti... un ritmo persistente... un sound rocheggiante e una venatura dal respiro internazionale.

"Oneiros Effect" è un miscuglio di sonorità rock, acustiche ed etniche. Ci sono brani da un rock più marcato ed energico, come "Give Me a Chance", "Mermaid's Nightclub", "Behind The Circle", "Fuck, run!" Altri brani più soft, malinconici, come "A Long Trip", "The Awakening". E altri ancora più ritmati, con un sound etnico e percussivo, e con influenze afro, come “Welcome to Somewhere”, "Bittersweet Kiss".

L' album è nato dalla voglia di mettere in musica sogni ed esperienze. Da li è nata una storia da raccontare, con Harry, il protagonista immaginario, che è un incarnazione di tutti e quattro i musicisti della band. Tra immaginario e realtà... ogni canzone è un episodio della storia del protagonista, che affronta un viaggio verso la ricerca di se stesso. Un viaggio per lasciare il suo paesino e andare in una grande città in cerca di opportunità, possibilità, nuove amicizie e storie da raccontare.

Quindi, l'album inizia con il primo brano/capitolo “Welcome to Somewhere”, che racconta la partenza di Harry, che sente di non essere soddisfatto della sua vita, e vuole evadere, vuole creare nuove situazioni ed esperienze da affrontare, sente questo bisogno di uscire dalla sua routine quotidiana.

Arriva finalmente in una nuova grande città, raccontata nel secondo brano/capitolo “Give Me A Chance”, dove cerca la sua chance, la sua opportunità di raggiungere il successo, ma ben presto si renderà conto che non è cosi semplice, in quanto dovrà affrontare numerose sfide, le prime porte sbattute in faccia, con una conseguente e forte caduta emotiva interiore, espressa nel terzo brano/capitolo, “Melancholia”.

Nel brano/capitolo quarto "Deep Mind Trigger", quinto "Mermaid's Nightclub" e sesto "Bittersweet Kiss" si ritrova a lottare con il suo malessere interiore, ritrovando una soluzione parziale nell'uso di droghe allucinogene e conforto nell'incontro con una donna.

Nel settimo brano/capitolo "The Awakening" si risveglia e si rende conto che era tutto un sogno. Prende consapevolezza della sua frustrazione e di non aver ancora realizzato i suoi obiettivi e progetti. Continua con l'ottavo brano/capitolo “Behind The Circle”, dove finalmente ha capito che deve fare una qualche azione per uscire da questa sua insoddisfazione. E finalmente decide di agire e di inseguire il suo sogno, riuscendo a trovare la sua strada e il successo, nel nono brano/capitolo “Fuck Run!”.

Dopo così tante situazioni, avventure, emozioni vissute e contrastanti, Harry si è reso conto finalmente di chi è veramente, raccontato nel decimo brano/capitolo “Serendipity”, e qual è la sua vera casa, raccontato nell'ultimo brano/capitolo “A Long Trip”.

Nel racconto di tutta la storia c'è un messaggio che la band voleva lasciare. "Harry ha compreso - afferma la band - che non importa il traguardo finale, non contano i successi materiali, ciò che Harry agognava e cercava l'ha costruito e trovato dentro di sé durante il viaggio".

Ed è proprio cosi, la felicità è un equilibro interiore, che va coltivato ogni giorno, inseguendo la nostra vera natura, e non quello che gli altri si aspettano da noi.

E' sicuramente un lavoro da ascoltare, ricco di spunti interessanti, moderni e creativi. I brani sono interamente scritti in inglese, e sono disponibili su spotify e le altre piattaforme digitali, dal 7 gennaio 2021.

Chi è la band?

Fake People è una band italiana, formata da quattro buoni amici: Cristiano, (cantante e chitarrista), Edoardo (bassista), Guido (chitarrista, tastierista e cantante) e Stefano (batterista). Dopo svariate jam session, hanno iniziato a scrivere canzoni fino alla realizzazione di un album completo "Oneiros Effect".

Contatti:

Sito Web: www.therealfakepeople.com

https://www.instagram.com/therealfakepeople/

https://www.facebook.com/therealfakepeople/

 

Dott.ssa Angela De Gregorio, Musica & Comunicazione