Sex Tony è un giovane artista. Il suo primo singolo s'intitola "Buttiamo giù il locale".

Quali sono state le esperienze che ti hanno maggiormente formato?

Ciò che mi ha portato a fare musica è stato un dialogo con l'artista Mambo Losco. Feci una chiacchierata con lui del più e del meno, di come lui riuscì ad emergere e di quanto lavoro ci sia dietro ad ogni suo progetto. Da all'ora ho preso ispirazione.. Mi ricordo ancora la sua frase prima di andarsene "Hai nove anni per arrivare dove io ho iniziato". Da lì, iniziai a lavorare duro.

E' uscito il tuo primo singolo “Buttiamo giù il locale”. Ce ne vuoi parlare?

Il mio singolo partì da un beat che mi mandarono, mi dissi "wow! È spaziale!" Iniziai a fare un pò di freestyle sopra.. Dal nulla mi venne in mente la frase "Buttiamo giù il locale", rimbombava continuamente nella mia testa e il testo venne da sé. Parla di me in Discoteca con gli amici, di quando si è stralunati per colpa dell'alcool e le ragazze che ballano.

Progetti per il futuro?

Progetti futuri? Beh, inizierei pian piano a farmi conoscere per Vicenza, fare qualche collaborazione e obbiettivo più importante per me, arrivare sul palco.

Quanto conta secondo te la passione, la costanza e la motivazione per avviare una carriera musicale?

La passione, la costanza, la motivazione sono fondamentali, senza loro non vai avanti. Perché devi essere motivato se vuoi intraprendere qualsiasi passione... Altrimenti che senso avrebbe?

Autoproduzione oggi. Qual è la tua visione?

L'autoproduzione è un'ottima cosa. Per il semplice fatto che non hai tempi da aspettare, gestisci tu il beat, le sonorità, diventa praticamente parte di te il beat. Ad esempio, se noi dovessimo prendere il beat da qualcuno che ce lo fa, dovremmo adattarci. Mentre se lo fai te, è come lo vuoi realmente con le tue idee. È facile che il cantante ed il producer non si capiscano al volo sulle sonorità che si vorrebbero ottenere, ma è normale. Alla fine basta che ne esca un buon prodotto.

Com'è il tuo rapporto con il web e i social?

Con i social attualmente essendo agli inizi ho poco seguito, al di fuori degli amici ovviamente, ma è ora di farsi valere e conoscere.

Cosa dobbiamo aspettarci per il futuro della musica?

La musica è un continuo evolversi, quindi più generi si potranno mischiare, nascerne altri e così dicendo. So solo una cosa, la musica ti trasmetterà sempre delle emozioni, la musica non morirà mai.

 

Dott.ssa Angela De Gregorio, Musica & Comunicazione